In forte aumento il numero di incarichi che quotidianamente riceviamo da aziende, professionisti e pubbliche amministrazioni per essere in regola con quanto previsto dal GDPR, il Regolamento generale sulla protezione dei dati. 

Questo aumento è il risultato del servizio che offriamo, della nostra attenzione alla qualità, del lavoro quotidiano del nostro team di esperti e del passaparola dei nostri clienti che consigliano ai loro fornitori e consulenti esterni (quali ad esempio il commercialista e/o il consulente del lavoro) e ai loro stessi clienti di usufruire dei nostri servizi. 
 
E’ finito il periodo di moratoria del Regolamento ovvero quello di prima attuazione dello stesso che abbraccia gli otto mesi successivi al 19 settembre 2018. Finito questo primo periodo di adattamento alla legge nazionale arriviamo al 19 marzo 2019. A partire da questa data abbiamo assistito ad un vero e proprio incremento dei controlli da parte del Garante della Privacy. Da tener presente che il bilancio 2018 dell’attività ispettiva registra una crescita delle somme riscosse pari a 8,1 milioni di euro a fronte dei 3,7 mln del 2017: una variazione positiva del 116%.
I controlli del Garante della Privacy sono aumentati. Sempre più società, liberi professionisti e pubbliche amministrazioni hanno deciso di voler mettere in atto tutti quegli adempimenti necessari per evitare di incorrere nel rischio sanzioni. 
 
Non esitare a contattarci per ulteriori informazioni
Numero verde: 800 400 836
Share Button