fbpx

NUOVI INCENTIVI PER IL RILANCIO DEL SETTORE TURISTICO: FONDO PERDUTO FINO AL 50% E CREDITO D’IMPOSTA FINO ALL’ 80%

È stato pubblicato dal Ministero del Turismo l’Avviso pubblico riguardante le modalità applicative per l’erogazione dei contributi a fondo perduto fino al 50 % e del credito d’imposta fino all’80% delle spese sostenute.  Possono beneficiare degli incentivi ai sensi del DL 152/2021 i seguenti destinatari:

  • le imprese alberghiere;
  • le strutture che svolgono attività agrituristica;
  • le attività ricettive all’aria aperta e le imprese del comparto turistico; ricreativo; fieristico e congressuale (compresi gli stabilimenti balneari, i complessi termali, i porti turistici e parchi tematici).

Di seguito maggiori dettagli e Linee Guida sugli incentivi riconoscibili e sulla tipologia di interventi ammissibili.

INCENTIVI RICONOSCIBILI

1. Credito di imposta fino 80% delle spese sostenute.

2. Contributo a fondo perduto non superiore al 50% delle spese sostenute, per un importo massimo di € 40.000.

Integrazione dell’importo del fondo perduto

  • maggiorazione fino a 30.000 € se il 15% dell’investimento viene utilizzato in spese per la digitalizzazione delle strutture in chiave tecnologica ed energetica;
  • maggiorazione fino a 20.000 € per le società condotte da giovani e per le imprese femminili tra i 18 e i 35 anni;
  • una maggiorazione fino a 10.000 € per le imprese con sede operativa in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.
  • possibilità di fruire del finanziamento a tasso agevolato del Fondo nazionale per l’efficienza energetica.

3. Per le spese non coperte dai precedenti incentivi è possibile usufruire del finanziamento a tasso agevolato.

INTERVENTI AMMISSIBILI

  • Opere di incremento dell’efficienza energetica delle strutture;
  • lavori di riqualificazione antisismica;
  • interventi di eliminazione delle barriere architettoniche;
  • realizzazione di piscine termali e acquisto di attrezzature e apparecchiature per lo svolgimento delle attività termali;
  • interventi di digitalizzazione delle imprese;
  • acquisto di mobili e complementi di arredo, compresi progetti di illuminotecnica, a condizione che tale acquisto sia funzionale all’incremento dell’efficienza energetica, oppure alla riqualificazione antisismica, oppure all’eliminazione delle barriere architettoniche.

Autore: Esperti Aris Finanza Agevolata

Share Button