Contratto di mutuo gratuito se il tasso di mora è usurario, anche se non applicato

Ottime notizie per i mutuatari!

Con recentissima sentenza, la Corte d’Appello di Bari stabilisce l’applicabilità della sanzione di cui all’art. 1815, comma 2, c.c. anche alle ipotesi nelle quali l’interesse di mora, pur non applicato in concreto, sia stato pattuito in misura superiore al Tasso soglia usurario, con conseguente conversione del mutuo da oneroso a gratuito e quindi annullando tutti gli interessi versati.

Perciò anche se le posizioni sono in bonis e le rate sono state pagate sempre rispettando i tempi e non incorrendo nelle condizioni di morosità, se il tasso di mora è usurario il mutuo è gratuito e gli interessi non sono dovuti.

La pronuncia si colloca sul solco dei principi stabiliti dalla Cassazione ed enuncia il principio della integrale gratuità del mutuo usurario anche nell’ipotesi in cui sia solo l’interesse di mora a superare la soglia di cui alla L. n. 108/1996 e, a maggior ragione, anche qualora il debitore non abbia corrisposto gli interessi di mora.

Secondo i Giudici, pertanto, il chiaro intento del Legislatore era quello di inasprire le conseguenze della usurarietà degli interessi.

Sulla scia di questa sentenza, le possibilità di recupero degli indebiti rilevati da usura aumentano in maniera esponenziale.

Contattate i nostri esperti per sapere se rientrate in questa fattispecie!

Share Button
Simone Castaldo
Segui Simone

Simone Castaldo

Dottore in finanza quantitativa, attualmente lavora presso Arisnet dove cura la gestione delle pratiche ed i rapporti con i clienti. Appassionato di sport, finanza, libri e viaggi.
Simone Castaldo
Segui Simone
 
Posted in News.